Esosi

di Alberto Cavaliere


E' il gruppo più notevole
dei saccaridi mono;
d-glucosio e fruttosio
i più diffusi sono;

nei frutti dolci trovansi
di differenti piante.
Fra tutti, il d-glucosio
è certo il più importante.

(La d dinanzi al termine!
Direte: un nuovo tiro!
Ma no: lo stereoisomero
vuol dir ch'è destrogiro!

Se un'elle invece s'applica
dinanzi ad un composto,
questo è uno stereoisomero
che agisce in senso opposto).

Per la caratteristica
ottica, il d-glucosio
generalmente s'indica
col nome di destrosio.

Nell'uva esiste libero,
come voi già sapete,
e nell'orina trovasi
nei casi di díabete,

Poiché provien da un alcool
esavalente, qui
è inutile ripetere
che in tutto avrà sei C;

ha dodici d'idrogeno;
è chiaro, allor, che avrà
sei atomi d'ossigeno,
per quanto ho detto già.

Mannosio e galattosio
son destrogiri anch'essi;
si forman per idrolisi
di zuccheri complessi.

Nell'identica formula
dell'altro ci s'imbatte.
Dà pure galattosio
lo zucchero di latte.

Molti altri stereoisomeri
vi son, su cui sorvolo.
Fra i chetoesosi, nomino
il levulosio solo.

Certe frutta gli devono
il lor sapor gradito.
Dà, misto col glucosio,
lo zucchero invertito.

Ch'oltre a trovarsi libero
nell'uva e in più d'un frutto,
il miele, il miel dolcissimo
compone quasi tutto.

Ape, industre imenottero,
meraviglioso insetto,
ti sputi il levulosio:
chi te l'avrebbe detto?
ScienzaPerTutti_chimica_in_versi

 

 


© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo