Un libro al mese

In Pursuit of the Unknown: 17 Equations That Changed the World

 

di Ian Stewart

Profile Books Ltd

Tempo fa una mia nipote mi chiese “A che serve studiare la matematica?”. Domanda non banale a cui rispondere. La ragazza aveva voti ottimi, ma imparava una serie di regolette, spesso scollegate tra loro, senza riuscirne a cogliere la logica di fondo, il filo conduttore e l'immediata connessione con altre scienze e con la vita quotidiana. I lettori di questo sito e di queste recensioni naturalmente non hanno bisogno di essere convinti dell'importanza, pratica e culturale, della matematica, ma il libro di cui parliamo questo mese può fornire spunti interessanti nell'elaborare una risposta alla domandona iniziale. L'autore è Ian Stewart, matematico inglese non nuovo ad escursioni nella divulgazione. Stewart ha selezionato 17 equazioni che, una volta portate dalla teoria alla pratica, hanno avuto una profonda influenza sulla vita reale, dalla divisione delle superfici agrarie al lancio dei satelliti, dalla musica alla recente crisi dei subprime, coprendo aree vastissime della matematica e della fisica e pure dell'ecologia e dell'economia. E anche dello sport, per chi ritiene che la Formula 1 ne faccia parte, per l'importanza che la meccanica dei fluidi ha nella progettazione aerodinamica. Per ciascuna di esse ha elaborato una sintetica scheda iniziale (Cosa dice, Perché è importante, Dove ci porta) per poi descrivere l'equazione in questione nel suo processo storico, un passaggio fondamentale per far comprendere che certe idee non vengono fuori dal nulla come fulmini a ciel sereno, ma nascono in risposta a domande anche antichissime, rendendo forse la matematica più umana, più vicina al lettore. E allo studente. Un insegnante potrebbe anche immaginare di scegliere qualcuno dei capitoli e utilizzarlo come canovaccio per una lezione un po' diversa Nonostante il titolo possa intimorire, si dice che ogni equazione o formula riduca di una certa percentuale il numero dei lettori,il libro è godibilissimo, le formule sono presenti in maniera assai equilibrata e limitata, con i tecnicismi messi in appendice per i lettori più curiosi e smaliziati. E, comunque, la parte testuale è più che adeguata a rendere chiari i concetti. Alcuni capitoli, ma qui è anche questione di gusti personali, mi sono piaciuti particolarmente e da soli valgono il prezzo dell'acquisto: il primo, che tratta il teorema di Pitagora, dove troviamo le connessioni con la trigonometria e da questa alla geodetica e alla geografia; quello sulla Legge di gravitazione universale di Newton, nel quale scopriamo concetti non nuovi ma raramente insegnati, come i punti Lagrangiani, e modernissimi, come quelli relativi alla dinamica caotica che, a dispetto del nome, è una delle tecniche sfruttate da qualche anno per una drastica riduzione dei consumi delle missioni spaziali. E ancora, quello sulla radice di -1 e i numeri immaginari, con la connessione tra i, la trigonometria e l'esponenziale. Il libro è uscito in lingua inglese nel 2012 e, purtroppo, ad oggi non è stato ancora tradotto, forse per il timore che un libro di equazioni non abbia un mercato. Tuttavia, Stewart usa un inglese abbastanza semplice, quindi il libro è piuttosto accessibile anche così com'è. L'auspicio, naturalmente, è che qualche editore coraggioso faccia il passetto avanti di renderlo decentemente in italiano. E' una lettura vivamente consigliata a chi sa già di matematica e ne può apprezzare la bellezza e la capacità divulgativa, e a chi ne sa poco, perché si renderà conto dell'utilità e della semplicità concettuale che sta dietro alcune grandi idee della matematica. Nonché della sua presenza in ogni aspetto della nostra vita quotidiana.

(febbraio 2015: SxT-libroalmese)/Dino Esposito

© 2002 - 2018 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy e Cookie Policy

Ultima modifica: 28 maggio 2018

IL TITOLARE

L’INFN si articola sul territorio italiano in 20 Sezioni, che hanno sede in dipartimenti universitari e realizzano il collegamento diretto tra l'Istituto e le Università, 4 Laboratori Nazionali, con sede a Catania, Frascati, Legnaro e Gran Sasso, che ospitano grandi apparecchiature e infrastrutture messe a disposizione della comunità scientifica nazionale e internazionale e 3 Centri Nazionali dedicati, rispettivamente, alla ricerca di tecnologie digitali innovative (CNAF), all’alta formazione internazionale (GSSI) ed agli studi nel campo della fisica teorica (GGI). Il personale dell'Infn conta circa 1800 dipendenti propri e quasi 2000 dipendenti universitari coinvolti nelle attività dell'Istituto e 1300 giovani tra laureandi, borsisti e dottorandi.

L’INFN con sede legale in Frascati, Roma, via E. Fermi n. 40, Roma, email: presidenza@presid.infn.it, PEC: amm.ne.centrale@pec.infn.it in qualità di titolare tratterà i dati personali eventualmente conferiti da coloro che interagiscono con i servizi web INFN

IL RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELL’INFN

Ai sensi degli artt. 37 e ss. del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati, l’INFN con deliberazione del Consiglio Direttivo n. 14734 del 27 aprile 2018 ha designato il Responsabile per la Protezione dei Dati (RPD o DPO).

Il DPO è contattabile presso il seguente indirizzo e.mail: dpo@infn.it

Riferimenti del Garante per la protezione dei dati personali: www.garanteprivacy.it

Il TRATTAMENTO DEI DATI VIA WEB

L'informativa è resa solo per i siti dell'INFN e non anche per altri siti web eventualmente raggiunti dall'utente tramite link.

Alcune pagine possono richiedere dati personali: si informa che il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di raggiungere le finalità cui il trattamento è connesso

Ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679, si informano coloro che interagiscono con i servizi web dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, accessibili per via telematica sul dominio infn.it, che il trattamento dei dati personali effettuato dall'INFN tramite web attiene esclusivamente ai dati personali acquisiti dall'Istituto in relazione al raggiungimento dei propri fini istituzionali o comunque connessi all’esercizio dei compiti di interesse pubblico e all’esercizio di pubblici poteri cui è chiamato, incluse le finalità ricerca scientifica ed analisi per scopi statistici.

In conformità a quanto stabilito nelle Norme per il trattamento dei dati personali dell’INFN e nel Disciplinare per l’uso delle risorse informatiche nell’INFN, i dati personali sono trattati in modo lecito, corretto, pertinente, limitato a quanto necessario al raggiungimento delle finalità del trattamento, per il solo tempo necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti e comunque in conformità ai principi indicati nell’art. 5 del Regolamento UE 2016/679.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

L’INFN tratta dati di navigazione perché i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati la cui trasmissione è prevista dai protocolli di comunicazione impiegati. Questi dati - che per loro natura potrebbero consentire l'identificazione degli utenti - vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. Gli stessi potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di compimento di reati informatici o di atti di danneggiamento del sito; salva questa eventualità, non sono conservati oltre il tempo necessario all'esecuzione delle verifiche volte a garantire la sicurezza del sistema.

UTILIZZO DI COOKIE

Questo sito utilizza esclusivamente cookie “tecnici” (o di sessione) e non utilizza nessun sistema per il tracciamento degli utenti.

L'uso di cookie di sessione è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. Il loro uso evita il ricorso ad altre tecniche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione e non prevede l'acquisizione di dati personali dell'utente.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento secondo quanto previsto dagli art. 15 e ss. del Regolamento UE 2016/679. L'apposita istanza è presentata contattando il Responsabile della protezione dei dati presso l’indirizzo email: dpo@infn.it.

Agli interessati, ricorrendone i presupposti, è riconosciuto altresì il diritto di proporre reclamo al Garante quale autorità di controllo.

Il presente documento, pubblicato all'indirizzo: http://www.infn.it/privacy costituisce la privacy policy di questo sito, che sarà soggetta ad aggiornamenti.