Microscopi dell’invisibile

1. I raggi cosmici

percorso microscopiNel percorso “Microscopi dell'invisibile” viene spiegato come fanno i fisici a “vedere” quello che nessun microscopio al mondo riesce a misurare, ovvero le particelle elementari. Si parte dalle prime osservazioni dirette dei raggi cosmici che come una misteriosa pioggia proveniente dallo spazio investono la terra e furono la prima fonte di particelle elementari ad essere studiata. Vengono poi introdotti gli acceleratori di particelle, come LHC, che sono sostanzialmente fabbriche di particelle, i cui rivelatori giganteschi (e.g. ATLAS) “fotografano” il passaggio di particelle note o ancora da scoprire.

 

 

di Guido Montagna

scienzapertutti_supernovaI raggi cosmici , che come una misteriosa pioggia proveniente dallo spazio investono la terra, furono la prima fonte di particelle elementari ad essere studiata. Essi permisero di ricavare informazioni sulla natura del mondo sub-atomico prima che gli acceleratori di particelle fossero inventati. L'origine dei raggi cosmici è incerta, anche se si ritiene che essi siano prodotti da esplosioni di supernovae icona_glossarioo reazioni che avvengono nelle stelle, tali da accelerare particelle ad altissime energie e diffonderle in tutte le direzioni nello spazio.

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo