Samuel Abraham Goudsmit

Minibiografia a cura di Franco Luigi Fabbri

ScienzaPerTutti_Goudsmit_young ScienzaPerTutti_goudsmit_old

(1902-1978) Nato a l’Aia studiò a Leida dove si formò scientificamente sotto la guida di Ehrenfest. Insieme a George Eugene Uhlenbeck icona_minibiografia propose icona_miniapprofondimento e dimostrò che che il “grado di libertà quantico a due valori introdotto da Pauli icona_biografia doveva essere interpretato come il momento angolare intrinseco o spin icona_approfondimento icona_approfondimento dell’elettrone. Per questa scoperta vinse il premio Max Planck (con Goudsmit) nel 1964. Nel 1924 Pauli aveva introdotto il suo numero quantico a due valori che gli permise di formulare il principio di esclusione . Dopo poco tempo Ralph Kronig aveva suggerito che questo numero quantico fosse associato all’auto rotazione dell’elettrone ma questo suggerimento venne respinto da Pauli. Kronin non pubblico mai i sui calcoli. Il lavoro di Goudsmit e Uhlenbeck, anche grazie al supporto di Ehrenfest, incontrò il parere favorevole della comunità scientifica. Pauli formalizzo la teoria dello spin solo due anni dopo nel 1927. Nella sua carriera scientifica effettuò la prima misura del momento magnetico dei nuclei, sviluppò una teoria della struttura hyperfine delle righe spettrali, lavorò sul multiplo scattering degli elettroni.