|| Scienzapertutti Home |||| Torna indietro ||

0084. Cosa sono i motori sincroni e brushless?

espertomini

  Cosa sono i motori sincroni e brushless? (Fabio Infantino)


sem_esperto_giallo Brushless significa senza spazzole, cioè agli avvolgimenti rotorici non viene inviata corrente e quindi non c'è necessità di introdurre contatti elettrici striscianti. Motore sincrono è un motore in cui il rotore ruota con la stessa velocità del campo magnetico rotante generato dall'avvolgimento rotorico. La maggior parte dei motori sincroni è senza spazzole cioè brushless. Per ulteriori dettagli su questi aspetti si rimanda alla prima risposta icona_esperto48 sui motori elettrici. Qui di seguito è riportata la parte più specificamente inerente alla domanda. Tutti i motori a corrente alternata funzionano generalmente senza spazzole, cioè non hanno bisogno di contatti striscianti per funzionare. Questo è essenzialmente dovuto al fatto che una corrente alternata genera un campo magnetico rotante. Tuttavia nel caso di motore asincrono a rotore avvolto (è escluso quindi il motore asincrono a gabbia) può essere prevista la presenza di spazzole il cui scopo è quello di aggiungere delle resistenze esterne all'avvolgimento rotorico. Ciò viene fatto per aumentare la coppia motrice allo spunto, alla partenza del motore. In questo caso naturalmente le spazzole vengono allontanate dall'albero rotante subito dopo la messa a regime del motore. Si ottiene così una riduzione degli attriti e un miglioramento dell’efficienza del motore asincrono. L'utilizzo delle spazzole è necessario nel caso in cui si vuole avere regolazioni di velocità senza l'utilizzo di riduttori meccanici. Nel caso di motori sincroni con rotore avvolto (cioè non a magneti permanenti) si possono avere due casi:

a) motore sincrono con spazzole, necessarie a portare la corrente continua eccitatrice dall'esterno agli avvolgimenti rotorici;

b) motore sincrono brushless che tramite eccitatrice esterna e raddrizzatori è in grado di indurre corrente continua negli avvolgimenti rotorici del motore sincrono.

Antonio Paolozzi – Ingegnere


 

 Domande e Risposte di SxT


© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - powered by mspweb