0070. Motori asincroni trifase

espertomini

 Sarei grato se potessi avere informazioni sui motori asincroni trifase relativamente al collegamento a stella e a triangolo ed al loro rifasamento (Chrios Fusetto)


sem_esperto_verdeQuesta risposta presuppone che il lettore abbia già letto la precedente risposta sui motori sincroni ed asincroni.

 

Macchine a rotore avvolto

Per avere velocità a regime quasi indipendenti dal carico e basse perdite nel rame (condizione questa necessaria per avere un alto rendimento) i rotori avvolti si progettano con basse resistenze rotoriche. Ciò comporta cattive caratteristiche all’avviamento. In particolare:

1) bassa coppia di spunto

2) elevata corrente di spunto

Il primo punto può essere un problema nei casi in cui il motore deve avviarsi sottocarico, il secondo punto può causare:

a) un sovra-riscaldamento degli avvolgimenti se il motore viene avviato più volte a breve distanza di tempo e

b) una elevata caduta di tensione sulla linea di alimentazione.

Quest’ultimo inconveniente incide negativamente su tutte le apparecchiature collegate alla medesima linea. Nel caso dei rotori avvolti i problemi su menzionati possono essere risolti mettendo in serie agli avvolgimenti rotorici resistenze addizionali, (il collegamento viene effettuato tramite contatti striscianti: spazzole ed anelli).

Macchine con rotore a gabbia di scoiattolo

La situazione si affronta diversamente nel caso dei motori, peraltro oggi più diffusi, con rotore a gabbia di scoiattolo. Per questi il problema del sovra-riscaldamento è meno sentito. Restano tuttavia i problemi della bassa coppia di spunto e della caduta di tensione. Poiché nel rotore a gabbia non è possibile usare l’artificio delle resistenze esterne addizionali, viene usato l’avviamento stella-triangolo. Questi sono due possibili collegamenti tra le tre fasi (fili) degli avvolgimenti statorici. La differenza consiste nella diversa tensione applicata a ciascuno dei tre avvolgimenti rotorici ed alla diversa impedenza (l’impedenza è una generalizzazione del concetto di resistenza nel caso di correnti alternate). Se nel collegamento a triangolo la tensione applicata è V e l’impedenza Z, in quello a stella i valori diventano rispettivamente V/1.73 e 3Z. Ciò comporta che avviando il motore con collegamento a stella la corrente si riduce e quindi il problema della caduta di tensione è risolto ma si peggiora il problema della bassa coppia di spunto che infatti si riduce di circa 1/3. Nel caso in cui la bassa coppia allo spunto costituisca un problema occorre utilizzare i motori con rotori ad addensamento di corrente cioè con rotori a doppia gabbia o a sbarre profonde con i quali si ottiene un notevole aumento della coppia motrice allo spunto e una riduzione di corrente in genere accettabile. Se tuttavia la corrente risulta ancora troppo elevata per la linea utilizzata si dovrà comunque utilizzare l’avviamento stella-triangolo anche se questo come detto riduce a 1/3 il valore della coppia di spunto.

Rifasamento degli impianti

Per le informazioni sul rifasamento di impianti con motori sincroni o asincroni si veda la risposta icona_esperto[127].

Antonio Paolozzi - Ingegnere

 


 

 

 

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo