Segrè Emilio

scienzapertutti_emile_segre

 Biografia estratta da Nobel Lectures, Physics 1942-1962. 

nobelprize1959 Premio Nobel per la Fisica

(1905-1989) Emilio Segrè nacque a Tivoli, Roma, il 1 Febbraio 1905, figlio dell’industriale Giuseppe e di Amelia Treves. Frequentò le scuole a Tivoli e a Roma ed entrò nell’Università di Roma come studente di ingegneria nel 1922. Nel 1927 cambiò il corso di studi da ingegneria a fisica dove si laureò nel 1928 sotto la supervisione di Enrico Fermi. Dopo aver prestato servizio militare nel 1928 e 1929, entrò nell'Università di Roma come assistente del Professor Corbino. Nel 1930 vinse una borsa di studio della Rockefeller Foundation e lavorò con il Prof. Otto Stern ad Amburgo, in Germania ed il Prof. Pieter Zeeman ad Amsterdam in Olanda. Nel 1932 ritornò in Italia e fu nominato Direttore del Laboatorio di Fisica dell’Università di Palermo, dove rimase fino al 1938. In quell’anno il Prof. Segrè andò a Berkeley in California, prima come ricercatore associato presso il Radiation Laboratory e poi come lettore presso il dipartimento di fisica. Dal 1943 al 1946 fu capogruppo presso il Los Alamos Laboratory durante il Progetto Manhattan. Nel 1946 ritornò all’Università della California, a Berkeley, come Professore di Fisica. Il lavoro del Prof.Segrè fu principalmente indirizzato verso la fisica atomica e nucleare. Nel primo campo lavorò nella spettroscopia atomica, contribuendo alla spettroscopia dei livelli non permessi ed allo studio dell’effetto Zeeman. Ad eccezione di una breve interruzione verso i fasci molecolari, fino al 1934 tutto il suo lavoro riguardò la spettroscopia atomica.

Nel 1934 iniziò a lavorare nel campo della fisica nucleare collaborando con il Prof. Fermi sulla fisica dei neutroni. Partecipò alla scoperta dei neutroni lenti e nei lavori pionieristici sulle interazioni di neutroni condotte a Roma nel 1934-35. Più tardi si interessò alla radio-chimica e, insieme con il Prof. Perrier, scoprì l’elemento chimico tecnezio, insieme con Corson e Mackenzie l’elemento Astato e, insieme a Kennedy, Seaborg e Wahl, il plutonio-239 e le sue proprietà fissili. Altre sue ricerche in fisica nucleare coprirono molti altri soggetti, p.es. l’isomerismo o la fissione spontanea. Nella fisica delle alte energie, insieme con i suoi associati e studenti, diede un notevole contributo allo studio della interazione tra nucleoni e i relativi fenomeni di polarizzazione.

Nel 1955, insieme a Chamberlain, Wiegand e Ypsilantis, scoprì l’antiprotone. Lo studio degli antinucleoni divenne il suo principale argomento di ricerca. Segrè ricoprì numerose cattedre universitarie temporanee come ad esempio alla Columbia University, New York, alla University of Illinois, alla University of Rio de Janeiro. Fu membro della National Academy of Sciences (USA), della Academy of Sciences in Heidelberg (Germania), della Accademia Nazionale dei Lincei in Italia. Ha ricevuto la Medaglia Hofmann della Società Tedesca di Chimica e la Medaglia Cannizzaro dell’Accademia Nazionale dei Lincei. E’ stato professore onorario della San Marcos University in Peru ed è stato insignito della laurea honoris causa presso l’Università di Palermo. Sposato con Elfriede Spiro ha avuto un figlio, Claudio, e due figlie, Amelia e Fausta.

 

Emilio Segrè morì in California nel 1989.

 

Tags:

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo