|| Scienzapertutti Home |||| Torna indietro ||

0357.La fisica come scienza studia le forze della natura?

espertomini

La scienza fisica nata con Galileo si suddivide in varie branche, per es. in fisica atomica, nucleare, fisica tecnica, fisica matematica, fisico chimica, ecc. ma qual è l'oggetto generale di studio della fisica? La fisica come scienza studia le forze della natura? (Angela Vivace) (2245_5587)

 

sem_esperto_verdeLa Fisica è la scienza della Natura nel senso più ampio del termine. Essa studia gli aspetti più generali dei fenomeni naturali (incluse le forze della natura), cercando quanto vi è di essenziale per risalire alle leggi che li governano e ai principi universali da cui queste derivano.

Originariamente la Fisica era una semplice branca della Filosofia, tanto che per lungo tempo ebbe (e conserva ancora oggi in taluni Paesi) il nome significativo di “filosofia naturale”. Ricordiamo che Aristotele icona_biografia dette il nome di fisikoi - οι ϕυσικοι, che sottintende ανδρες (andres, uomini) - ai primi filosofi: Talete icona_biografia e i suoi seguaci ionici Anassimene ed Anassimandro. In greco η ϕυσικη (e fisiké), che sottintende θεωρια (theoria, teoria), significa letteralmente studio della natura o dei suoi fenomeni.

Grazie alla codifica del metodo scientifico di Galileo Galilei icona_biografia, (anche noto come metodo sperimentale), negli ultimi trecento anni la Fisica si è talmente evoluta e sviluppata ed ha conseguito risultati di tale importanza da avere messo in ombra la Filosofia stessa, con cui però mantiene un legame profondo. Su questo tema i web-nauti interessati possono leggere Fisica e Filosofia (1958) scritto da Werner Heisenberg icona_biografia, uno dei padri della teoria dei quanti che ha determinato un cambiamento radicale del nostro concetto di realtà.

A base del metodo sperimentale sta la possibilità di riprodurre i fenomeni in modo controllato, cioè di eseguire degli esperimenti. Questi consentono di effettuare quelle indagini dalle quali hanno origine, o conferma, o controllo le leggi fisiche che traducono relazioni di interdipendenza quantitativa tra fenomeni e tra grandezze. Le teorie fisiche possono nascere dal coordinamento di queste leggi o, anche, per deduzione matematica da postulati e ipotesi a priori. In quest’ultimo caso i risultati dell’elaborazione matematica devono essere sottoposti al controllo sperimentale, affinché la teoria acquisti un effettivo interesse.

ScienzaPerTutti_12autobus_P0_small

 Poster del progetto “Fisica in autobus” icona_linkesterno per il WYP2005 icona_wy2005 dedicato alla annichilazione materia-antimateria .

La Fisica è strettamente connessa con tutte le altre scienze naturali (Matematica, Chimica, Biologia, Geologia, ecc.), che utilizzano molti dei suoi concetti. In un certo senso si può dire che la Fisica è la madre di tutte le scienze sperimentali. Tuttavia i fenomeni oggetto di studio di queste altre scienze sono talmente complessi e variegati da costituire branche del sapere a sé stanti. Questo processo si ripete in continuazione con l’avanzare delle conoscenze e si applica anche ai nuovi campi di indagine elencati nella domanda.

L’oggetto dello studio della Fisica moderna potremmo dire sia lo studio delle interazioni della materia nello spazio e nel tempo icona_esperto[218] . Con la teoria della relatività di Einstein icona_biografia (del quale si è festeggiato nel 2005, anno mondiale della fisica icona_wy2005, il centenario dell’annus mirabilis) - lo spazio e il tempo non sono più - come erano per Newton icona_biografia il palcoscenico dei fenomeni fisici ma essi stessi divengono fenomeni fisici. Per avere una definizione “operativa” di cosa sia la Fisica o di quali campi di indagine essa si occupi suggerisco di scorrere l’indice della rivista European Physical Journal icona_linkesterno o di Physical Review icona_linkesterno , che sono rispettivamente le riviste delle Società Europea e Americana icona_linkesterno di Fisica.

Enzo De Sanctis – Fisico


 

 Domande e Risposte di SxT


© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - powered by mspweb