Tutte le risposte

0148. Vorrei sapere perché vi sono nuvole chiare e nuvole molto scure

espertomini

 Vorrei sapere perché vi sono nuvole chiare e nuvole molto scure (Giuliotti)(2012)

 

sem_esperto_verde

I fattori che determinano il colore delle nuvole sono essenzialmente tre: la loro consistenza ovvero il loro spessore, la direzione di provenienza della luce del sole ovvero le zone ombre che si generano e infine le condizioni atmosferiche. Alcune nubi di piccolo spessore sono trasparenti alla luce, altre sono opache. La trasparenza è una indicazione di pochi elementi condensati, l'opacità caratterizza una nube molto spessa ed una struttura fibrosa legata a cristalli finissimi. Le nubi che osserviamo nel cielo sono costituite da minuscole gocce d'acqua o da cristalli di ghiaccio della dimensione da 1 a 100 micron icona_glossario che si formano per condensazione. Il vapore acqueo che risale nell’atmosfera si raffredda e, in presenza di impurità, quali particelle di polvere o piccoli cristalli di sale marino, si condensa in minuscole gocce d’acqua o, talvolta in cristalli di ghiaccio. Le nuvole se colpite direttamente dalla luce sono in genere sempre bianche. Quando osserviamo delle nubi scure ci troviamo dalla parte opposta a quella colpita dal sole e in presenza di nubi spesse e dense. La luce è assorbita e non raggiunge la parete opposta: insomma osserviamo una zona in ombra. Lo possiamo constatare quando viaggiamo in aereo; non appena il veicolo passa la coltre di nubi e possiamo osservare la parte esposta al sole, quello che ci era apparso dal basso -e mentre la stavamo attraversando- un ammasso grigio, talvolta scuro e minaccioso, ci appare ora come un mare di candida ovatta. Le nubi molto sottili illuminate dalla luce del sole ci appaiono bianche in trasparenza. Al momento del tramonto invece, le nubi ancora illuminate direttamente dal sole, specialmente quelle sottili e stratificate, prendono una colorazione arancio. Infatti, al tramonto i raggi solari sono radenti agli strati più alti dell'atmosfera, la radiazione di frequenza vicina al violetto non penetra più l’atmosfera, al contrario della radiazione vicina al rosso. Così le nubi assumono quella colorazione rossastra che caratterizza i tramonti.

Redazione SxT/short_answer/nuvole/flf


 

 
Tags: , ,
Utilizza il filtro dei tags anche digitando le lettere della parola che stai cercando

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo