Tutte le risposte

0409. Perchè nella meccanica quantistica si afferma che "l'osservatore crea la realtà"?

Ho letto alcuni testi divulgativi di meccanica quantistica in cui mi sono imbattuto nell'affermazione: "l'osservatore crea la realtà". In che senso ciò è vero? A me sembra una 'forzatura' interpretativa del ruolo. Patrizio Lampariello

sem_esperto_verdePer capire il senso dell'affermazione immaginiamoci la seguente situazione: pensiamo di aver "prodotto" un elettrone icona_glossario libero in laboratorio e soffermiamoci su quale potrebbe essere la sua posizione. La meccanica quantistica icona_glossario icona_esperto[52] ci dice che questa domanda è mal posta in quanto l'unica cosa che possiamo predire è la probabilità che l'elettrone si trovi in una certa regione di spazio. Ovviamente, il buon senso ci dice che questa probabilità sarà molto alta in prossimità del nostro laboratorio e molto bassa, ad esempio sulla Luna. In termini matematici, queste probabilità sono contenute in una funzione che viene chiamata "funzione d'onda" icona_glossario dell'elettrone. 

funzione onda quantistica sceinzapertutti

La funzione d'onda descrive la probabilità di trovare il quanto nella sua forma corpuscolare

Apprestiamoci ora ad effettuare una misura della posizione dell'elettrone, ad esempio con uno strumento sempre situato all'interno del nostro laboratorio. Ovviamente una tal misura deve produrre una sentenza non ambigua, del tipo: l'elettrone è stato misurato nel punto (x,y,z) del laboratorio. Quindi, in definitiva, il processo di misura ha ridotto il regno dei possibili valori della posizione dell'elettrone ad un solo valore concreto (fenomeno che, tecnicamente, si definisce come "collasso della funzione d'onda"). E questo dovrebbe rispondere alla domanda: l'osservatore, che sta compiendo la misura, "materializza" un elettrone nel punto (x,y,z), tra tutti i possibili valori della posizione. In un certo senso, quindi, crea la realtà. E' da rilevare il fatto che ci sono dibattiti ancora aperti sul significato del collasso della funzione d'onda in relazione al processo di misura, avanzata nella cosiddetta interpretazione di Copenhagen della meccanica quantistica , da Bohr icona_minibiografia in primis.

Davide Meloni - fisico

ultimo aggiornamento febbraio 2014

Utilizza il filtro dei tags anche digitando le lettere della parola che stai cercando

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo