Tutte le risposte

0364. Cerco una tabella che riporti le caratteristiche fisico-chimiche di vari materiali. Potete aiutarmi?

Sono uno studente di architettura cerco una tabella riportante le principali caratteristiche fisico-chimiche di vari materiali, ma soprattutto dell'aria, tipo: densità, pressione, capacità termica. Sto cercando di simulare il movimento dell'aria fra serra ed edificio con i vari materiali per calcolare il valore coibizzante della medesima, rispetto alla parete a cui è addossata nelle varie stagioni e minimizzare i consumi. Grazie per la cortese attenzione. (Filippo Baraldo) (2260_3238_5265)_9300

sem_esperto_rossoLe caratteristiche termofisiche di una vasta gamma di materiale di costruzione può essere reperita sul sito www.mathis.comicona_linkesterno in cui sono elencate le caratteristiche termo-fisiche di una vasta gamma di materiali da costruzione. Per quanto riguarda l’aria si consiglia di far riferimento alle tabelle contenute in un qualsiasi buon testo di Fisica Tecnica oppure, in loro mancanza, si può scaricare liberamente la terza edizione dell’ e-book “Heat Transfer Texbook”  icona_linkesterno e consultare l’Appendice A dove sono elencate le caratteristiche termo-fisiche di quasi tutti i materiali, liquidi e gas inclusi. In alternativa alla selva di tabelle e di dati disponibili nei vari testi e manuali (qualche volta in contraddizione, spesso con unità diverse oppure non S.I. ) o per superare i ben noti aspetti ostici del calcolo di fisica-tecnica, si consiglia vivamente di utilizzare Thermal Wizard che consente sia di rintracciare le caratteristiche termo-fisiche dei materiali (aria inclusa), sia di fare calcoli termici per un numero di casi sufficientemente ampio. Infatti, inserendo i dati di input e adottando le ipotesi di lavoro adeguate, Thermal Wizard permette di fare i calcoli elementari di trasmissione di calore e di idraulica, come, ad esempio, per stimare le dispersioni attraverso una parete composita verticale o orizzontale, valutare i coefficienti di scambio termico convettivo, calcolare le perdite di carico in una canalizzazione che distribuisce aria forzata, ecc. Tutti i dati e i calcoli si basano sul testo di Jack P. Holman, “Heat Transfer”, uno dei migliori testi per ricercatori di base e tecnologici, progettisti, operatori specializzati nello scambio termico. In Thermal Wizard si trovano anche numerosi riferimenti per accedere ad altri database di materiali.

ScienzaPerTutti_storica_serra1903_Illinois_EITC

Per simulare i flussi di aria e gli scambi di calore attraverso le pareti della serra e con la parete alla quale è addossata, ci sono tre possibilità.

1. Considerare l’apporto di ogni parete e dei ponti termici e con adeguate assunzioni (ipotesi di lavoro semplificative) calcolare i flussi termici sulle e attraverso le pareti multi-strato e, passo dopo passo, per l’intera serra. Questi calcoli sono descritti in dettaglio nei testi di Fisica Tecnica, nei manuali di ingegneria e nei testi citati. Come già evidenziato, il ricorso di Thermal Wizard facilita i vari calcoli per i fenomeni termici elementari. L’incertezza del calcolo, rispetto la realtà, può essere stimata in ±10-30%; molto dipende dall’attendibilità dei dati di input e dalle ipotesi di lavoro adottate in partenza. L’uso di Excel potrà essere di valido supporto nel caso di calcoli ripetuti per studio e analisi.

1. Ricorrere a formulazioni empiriche fornite dai costruttori di serre. Anche in questo caso il calcolo è semplificato e l’incertezza del calcolo è stimabile in ± 20-30% .

1. Ricorrere a un software di simulazione, più o meno complesso, per tenere in conto dello scambio termico per conduzione, convenzione e radiazione dei movimenti dell’aria per effetto dei sistemi di ventilazione forzata e naturale. In questi casi l’incertezza del calcolo può essere compresa tra il ± 5 e ± 15%. I risultati sono vincolati all’attendibilità dei dati di input e, come abbiamo visto anche per il primo caso, alla bontà delle ipotesi di lavoro. Si evidenzia la possibilità di effettuare simulazioni anche con fogli Excel utilizzando alcune funzionalità avanzate.

La prima possibilità richiede una certa dimestichezza, non solo con gli scambi per conduzione ma anche per convezione e radiazione o tra loro combinati. Tale dimestichezza si acquisisce preparando l’esame universitario di Fisica Tecnica e Impianti termo-tecnici e, soprattutto, nel fare un numero adeguato di esercizi con qualche buon testo sotto mano e buon consigliere a fianco. I due testi citati sopra sono quanto di meglio è disponibile in letteratura tecnica riguardante lo scambio termico. Altri testi consigliati sono riportati in coda alla risposta.

La seconda possibilità è di solito utilizzata da chi non dispone di tempo e conoscenze oppure per fare una stima e formulare preventivi. Questi metodi sono pratici e non bisogna pretendere una qualità elevata dei risultati. Basta saperlo. I dati ottenuti sono da prendere con le pinze perché possono essere affetti da una incertezza che può arrivare a ± 50% (sempre in eccesso trattandosi di preventivi commerciali) in funzione dell’esperienza di chi fa la stima.

La terza possibilità è praticabile con due diverse opzioni: una semplice e l’altra avanzata.

- Semplice: si tratta di una estensione del primo metodo. In proposito si può vedere il testo di Claudio Zappone - La serra solare – Editore Sistemi Editoriali, 2005 che tratta i criteri di progettazione e il risparmio energetico nelle serre addossate (proprio il caso descritto dal nostro web-nauta nella sua domanda). Il libro offre indicazioni su come progettare le serre, sui materiali e sul dimensionamento e riporta un elenco dei principali produttori di componenti. Il testo è corredato anche di un CD-Rom per la stima degli apporti solari.

- Avanzata: è praticabile solo con conoscenze avanzate di trasmissione termica, fluidodinamica, climatologia (dati di input), impiantistica e controllo dei sistemi, oltre a conoscenze avanzate di ingegneria e calcolo numerico e simulazioni dinamiche. I tempi e i costi del calcolo, in quest’ultimo caso, sono così rilevanti che si giustificano solo quando si progettano e costruiscono serre con forti personalizzazioni oppure per studi di involucri vetrati in condizioni d’uso e di microclima predefinite e particolari (ad esempio grattacieli ed edifici con pareti vetrate strutturali, serre monumentali e serragli, “mall” e centri commerciali, edifici pubblici e stadi che utilizzano luce naturale, edifici ad energia passiva, ecc.).

ScienzaPerTutti_moderna_serra_addossatawww.adamstarr.org

I testi di riferimento più utilizzati per studio, progettazione delle serre e dei suoi impianti e sistemi di supporto, sono:

- Bonacina C., Cavallini A., Mattarolo L.- Trasmissione Del Calore – Editore Cleup, 1994 - Il libro di testo per studenti di ingegneria e architettura.

- Chiras, Daniel D. - The Solar House: Passive Heating and Cooling - Pub. Chelsea Green Pub.Co., 2002 - Utile sorgente di informazioni e spunti per architetti.

- Datta, Ashim K. - Biological and Bioenvironmental Heat and Mass Transfer - Marcel Dekker, Inc. 2002 - Indispensabile per chi vuole migliorare e ottimizzare le prestazioni di una serra e degli impianti di controllo del microclima.

- Hanan, Joe J. - Greenhouses: Advanced Technology for Protected Cultivation - CRC Press, 1998 - Testo di riferimento per tutti gli addetti ai lavori per ricchezza di informazioni, esempi, letteratura.

- Nelson, Paul V. - Greenhouse Operation and Management - Prentice Hall, 6th Editino, 2003 - E’ il testo più diffuso nelle Università che hanno corsi specifici sulle serre e colture protette.

- Tesi, Romano - Mezzi di Protezione per l' Ortoflorofrutticoltura ed il Vivaismo - Il Sole 24 Ore Edagricole, Terza ed., Bologna, 1999 Il più noto dei testi in italiano in materia di serre industriali.

Per chi si occupa di serre e agricoltura sostenibile un buon punto di partenza per approfondimenti è il sito ATTRA ( National Sustainable Agriculture Information Service) in cui si trovano spunti, esempi, altri link.

Chi invece si interessa di risparmio energetico nelle abitazioni consiglio vivamente di partire da EnergoClub icona_linkesterno o da CasaClima . In particolare si potranno avere informazioni su come diventare progettisti CasaClima e realizzare case certificate A+. Tra i documenti scaricabili ci sono anche le tabelle relative alle densità e conduttività termica dei materiali da costruzione "italiani" di sicuro interesse per architetti, ingegneri, imprenditori, artigiani che operano nella filiera delle abitazioni a basso consumo energetico.

Infine utili informazioni possono essere reperite internet impostando le seguenti keywords: dati termici, scambio, termico, progettazione, serra, solare, colture protette, thermophysical, properties, heat transfer, greenhouse, design.

Gianfranco Padovan – Ingegnere

Tags:
Utilizza il filtro dei tags anche digitando le lettere della parola che stai cercando

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy e Cookie Policy

Ultima modifica: 28 maggio 2018

IL TITOLARE

L’INFN si articola sul territorio italiano in 20 Sezioni, che hanno sede in dipartimenti universitari e realizzano il collegamento diretto tra l'Istituto e le Università, 4 Laboratori Nazionali, con sede a Catania, Frascati, Legnaro e Gran Sasso, che ospitano grandi apparecchiature e infrastrutture messe a disposizione della comunità scientifica nazionale e internazionale e 3 Centri Nazionali dedicati, rispettivamente, alla ricerca di tecnologie digitali innovative (CNAF), all’alta formazione internazionale (GSSI) ed agli studi nel campo della fisica teorica (GGI). Il personale dell'Infn conta circa 1800 dipendenti propri e quasi 2000 dipendenti universitari coinvolti nelle attività dell'Istituto e 1300 giovani tra laureandi, borsisti e dottorandi.

L’INFN con sede legale in Frascati, Roma, via E. Fermi n. 40, Roma, email: presidenza@presid.infn.it, PEC: amm.ne.centrale@pec.infn.it in qualità di titolare tratterà i dati personali eventualmente conferiti da coloro che interagiscono con i servizi web INFN

IL RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELL’INFN

Ai sensi degli artt. 37 e ss. del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati, l’INFN con deliberazione del Consiglio Direttivo n. 14734 del 27 aprile 2018 ha designato il Responsabile per la Protezione dei Dati (RPD o DPO).

Il DPO è contattabile presso il seguente indirizzo e.mail: dpo@infn.it

Riferimenti del Garante per la protezione dei dati personali: www.garanteprivacy.it

Il TRATTAMENTO DEI DATI VIA WEB

L'informativa è resa solo per i siti dell'INFN e non anche per altri siti web eventualmente raggiunti dall'utente tramite link.

Alcune pagine possono richiedere dati personali: si informa che il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di raggiungere le finalità cui il trattamento è connesso

Ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679, si informano coloro che interagiscono con i servizi web dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, accessibili per via telematica sul dominio infn.it, che il trattamento dei dati personali effettuato dall'INFN tramite web attiene esclusivamente ai dati personali acquisiti dall'Istituto in relazione al raggiungimento dei propri fini istituzionali o comunque connessi all’esercizio dei compiti di interesse pubblico e all’esercizio di pubblici poteri cui è chiamato, incluse le finalità ricerca scientifica ed analisi per scopi statistici.

In conformità a quanto stabilito nelle Norme per il trattamento dei dati personali dell’INFN e nel Disciplinare per l’uso delle risorse informatiche nell’INFN, i dati personali sono trattati in modo lecito, corretto, pertinente, limitato a quanto necessario al raggiungimento delle finalità del trattamento, per il solo tempo necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti e comunque in conformità ai principi indicati nell’art. 5 del Regolamento UE 2016/679.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

L’INFN tratta dati di navigazione perché i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati la cui trasmissione è prevista dai protocolli di comunicazione impiegati. Questi dati - che per loro natura potrebbero consentire l'identificazione degli utenti - vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. Gli stessi potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di compimento di reati informatici o di atti di danneggiamento del sito; salva questa eventualità, non sono conservati oltre il tempo necessario all'esecuzione delle verifiche volte a garantire la sicurezza del sistema.

UTILIZZO DI COOKIE

Questo sito utilizza esclusivamente cookie “tecnici” (o di sessione) e non utilizza nessun sistema per il tracciamento degli utenti.

L'uso di cookie di sessione è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. Il loro uso evita il ricorso ad altre tecniche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione e non prevede l'acquisizione di dati personali dell'utente.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento secondo quanto previsto dagli art. 15 e ss. del Regolamento UE 2016/679. L'apposita istanza è presentata contattando il Responsabile della protezione dei dati presso l’indirizzo email: dpo@infn.it.

Agli interessati, ricorrendone i presupposti, è riconosciuto altresì il diritto di proporre reclamo al Garante quale autorità di controllo.

Il presente documento, pubblicato all'indirizzo: http://www.infn.it/privacy costituisce la privacy policy di questo sito, che sarà soggetta ad aggiornamenti.