Tutte le risposte

0291. Dove è avvenuto il Big Bang?


espertomini

Dove è avvenuto il Big Bang. Esiste un punto esatto dell'universo da dove è partita la grande espansione? Si trova nella nostra galassia o no? (Massimiliano Ivano Viscardi) (2175)


sem_esperto_verdeLa teoria del Big Bang icona_esperto[19] icona_esperto[76] icona_fumetto è stata sviluppata a partire dalle misure di astrofisica icona_glossario e dalla teoria delle interazioni fondamentali icona_glossario che a sua volta si basa, ed è stata varie volte confermata, dagli esperimenti che usano gli acceleratori icona_glossario di particelle .  Le misure di astrofisica dicono, tra l'altro, che le galassie più lontane, che sono anche più giovani, sono diverse dalla nostra. Il fatto che le galassie più lontane siano anche più giovani discende direttamente dalla teoria della relatività ristretta di Einstein icona_biografia (del cui anno mirabilis si e' festeggiato nel 2005 icona_wy2005 il centenario). Infatti, visto che la velocità della luce è costante , i segnali provenienti da sorgenti lontane sono necessariamente partiti in un tempo antecedente al nostro e portano informazioni relative all'epoca di partenza. Dal fatto che siano diverse gli astrofisici deducono che l'Universo non è sempre stato come quello attuale ma ha subito un'evoluzione nel corso del tempo. Dalle differenze osservate tra galassie vicine e lontane e dalla conoscenza delle interazioni fondamentali, gli astrofisici deducono le caratteristiche dell'evoluzione e usano tali caratteristiche per tracciare icona_esperto[219] ancora all'indietro nel tempo l'evoluzione dell'Universo fino ad un'epoca in cui le condizioni di pressione, temperatura, densità consentono di applicare le leggi delle interazioni fondamentali [1]. Il Big Bang è la condizione estrema primordiale, lo stato di partenza per la descrizione icona_esperto[135] dell'evoluzione in termini di teoria delle interazioni fondamentali. Il Big Bang è precedente alla formazione di qualsiasi galassia e anche alla formazione della materia che costituisce le galassie. La teoria prevede dei passaggi chiave nel corso dell'evoluzione, in particolare quello in cui i fenomeni elettromagnetici si sono disaccoppiati, diversificati da quelli nucleari. Nel 1965 Penzias icona_biografia e Wilson icona_biografia hanno misurato la radiazione cosmica icona_glossario di fondo costituita dai fotoni esistenti al momento del disaccoppiamento. L'esistenza di questi fotoni e le loro caratteristiche costituiscono un'importante conferma della corretta descrizione dell'evoluzione dell'Universo. In particolare, l'isotropia della radiazione cosmica di fondo indica che non esistevano strutture nell'Universo primordiale icona_esperto[229]. Da questa osservazione possiamo dedurre che nessuna delle strutture formatesi successivamente icona_esperto[198], ivi comprese le galassie conosciute, possa essere considerata differentemente dalle altre e in particolare abbia una posizione speciale nell'Universo.

ScienzaPerTutti_Espansione_masterSissa

Da una illustrazione originale di Jeffrey Fisher in " Pass the Celery, Ellery! Gaga and Friends Fall 2000 Stewart, Tabori & Chang " rielaborata in uno dei poster icona_linkesterno realizzato dagli studenti del Master in Comunicazione della Scienza 2005 della SISSA icona_linkesterno per il “Progetto Comunicativo 12 Autobus” icona_linkesterno 

Nessuna delle strutture può dirsi centrale o periferica e l'Universo con la sua evoluzione appaiono identici qualunque sia il punto di osservazione. Per la teoria del Big Bang il nostro punto di osservazione, cioè la nostra Galassia, è proprio come tutte le altre.

Caterina Bloise – Fisico


 

 
Utilizza il filtro dei tags anche digitando le lettere della parola che stai cercando

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo