Tutte le risposte

0206. Perchè le fluttuazioni quantistiche interessano solo energia e movimento?

espertomini

Se, a livello delle particelle, la massa inerziale e la massa gravitazionale non coincidessero completamente, cosa accadrebbe? Gli oggetti quantistici allora si caratterizzerebbero per una sorta di "battimento" ? Insomma le fluttuazioni quantistiche non devono afferire anche la massa gravitazionale ? Perché invece interessano solo energia e momento? (Esposito Paz) (2090)


sem_esperto_gialloLa domanda accosta, in poche righe, vari concetti delicati ed un commento esauriente richiederebbe una risposta molto estesa. Provo invece a fornire giusto alcune osservazioni, che potrebbero essere sufficienti per un primo livello di chiarimento.

Comincio dai termini quantizzazione icona_glossario e fluttuazioni quantistiche della massa. Nelle teorie attualmente in uso la massa di una particella non è soggetta a quantizzazione. La massa di una particella potrebbe essere quindi misurata con precisione assoluta e non è previsto un principio di indeterminazione icona_glossario che coinvolga la massa.

Inoltre queste teorie sono compatibili con qualsiasi valore delle masse, anche se tutti i fenomeni fisici si descrivono con l'uso di un numero relativamente basso di particelle e quindi si osservano solo alcuni valori specifici di massa. La massa, intesa come energia a riposo di una particella, può essere misurata (sempre secondo le attuali teorie) con precisione arbitraria, ma solo a patto di impiegare un tempo infinito per la misura. Questo legame tra tempo e massa/energia è simile a quello tra posizione ed impulso, ma ha un significato profondamente diverso e non è codificabile come un vero principio di indeterminazione.

Rilevante per questo punto sui principi di indeterminazione è anche il fatto che mentre per l'osservabile posizione abbiamo a disposizione una buona matematica (il termine tecnico fa riferimento agli operatori autoaggiunti) per l'osservabile tempo ci sono delle difficoltà, la cui natura pare tuttavia essere prevalentemente tecnica (e richiederebbe un trattamento al di fuori degli obiettivi di questa risposta).

La schema concettuale delle attuali teorie viene talvolta modificato in maniera molto significativa nello studio della gravità icona_glossario quantistica, la teoria, ancora da determinarsi, che si spera possa dare una descrizione unificata della gravità e della meccanica quantistica. Le modifiche potrebbero coinvolgere anche i concetti di posizione, tempo, impulso ed energia. Ad esempio in alcuni approcci alla gravità quantistica, detti di geometria non commutativa, si mettono da parte (non senza esporsi ad un serio rischio di inconsistenze) le spigolosità dell'osservabile tempo e si postula che tempo ed energia (e quindi massa) formino davvero una coppia del tutto analoga a quella formata da posizione ed impulso.

Fin qui ho parlato di "massa" in senso un poco generico. I miei commenti di sopra si applicano (se formulati in maniera corrispondentemente rigorosa) al concetto di massa inteso come energia a riposo di una particella. Nelle teorie attualmente in uso l'energia a riposo di una particella fornisce anche la massa inerziale della particella ovvero il parametro dimensionale che nelle leggi di Newton icona_biografia specifica la propensione di una particella a reagire all'azione di una forza esterna. Ed è sempre l'energia a riposo della particella che nella teoria di Newton delle interazioni gravitazionali ci dà la massa gravitazionale che è essenzialmente la carica gravitazionale di una particella a riposo e quindi va a fissare l'entità delle forze gravitazionali generate.

In vari approcci al problema della gravità quantistica questa eguaglianza tra massa inerziale e massa gravitazionale, un aspetto fondamentale del principio di equivalenza di Einstein icona_biografia, diviene una proprietà valida solo in maniera approssimata.

Vari esperimenti stanno quindi mettendo alla prova l'eguaglianza tra massa inerziale e massa gravitazionale. L'effetto più semplice che potrebbe verificarsi in caso di violazione del principio di equivalenza prevede che particelle diverse rispondano alle sollecitazioni del campo gravitazionale in maniera diversa. Ad esempio nel campo gravitazionale della Terra, se si rimuovono gli effetti dovuti all'attrito dell'aria, due corpi di masse e cariche molto diverse "cadono" esattamente allo stesso modo (secondo Einstein e Newton), ma piccole deviazioni da questa universalità potrebbero emergere in caso di violazione del principio di equivalenza. Finora l'eguaglianza tra massa inerziale e massa gravitazionale icona_esperto[101] risulta sempre verificata (o meglio "non violata" a livello riscontrabile con gli attuali livelli di precisione sperimentale) quindi se l'eguaglianza è valida solo come approssimazione deve trattarsi di una approssimazione molto buona, tanto buona che risulta difficile raggiungere la precisione necessaria a vedere violazioni dell'eguaglianza.

Amelino Camelia - Fisico


 

 
Utilizza il filtro dei tags anche digitando le lettere della parola che stai cercando

© 2002 - 2018 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy e Cookie Policy

Ultima modifica: 28 maggio 2018

IL TITOLARE

L’INFN si articola sul territorio italiano in 20 Sezioni, che hanno sede in dipartimenti universitari e realizzano il collegamento diretto tra l'Istituto e le Università, 4 Laboratori Nazionali, con sede a Catania, Frascati, Legnaro e Gran Sasso, che ospitano grandi apparecchiature e infrastrutture messe a disposizione della comunità scientifica nazionale e internazionale e 3 Centri Nazionali dedicati, rispettivamente, alla ricerca di tecnologie digitali innovative (CNAF), all’alta formazione internazionale (GSSI) ed agli studi nel campo della fisica teorica (GGI). Il personale dell'Infn conta circa 1800 dipendenti propri e quasi 2000 dipendenti universitari coinvolti nelle attività dell'Istituto e 1300 giovani tra laureandi, borsisti e dottorandi.

L’INFN con sede legale in Frascati, Roma, via E. Fermi n. 40, Roma, email: presidenza@presid.infn.it, PEC: amm.ne.centrale@pec.infn.it in qualità di titolare tratterà i dati personali eventualmente conferiti da coloro che interagiscono con i servizi web INFN

IL RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELL’INFN

Ai sensi degli artt. 37 e ss. del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati, l’INFN con deliberazione del Consiglio Direttivo n. 14734 del 27 aprile 2018 ha designato il Responsabile per la Protezione dei Dati (RPD o DPO).

Il DPO è contattabile presso il seguente indirizzo e.mail: dpo@infn.it

Riferimenti del Garante per la protezione dei dati personali: www.garanteprivacy.it

Il TRATTAMENTO DEI DATI VIA WEB

L'informativa è resa solo per i siti dell'INFN e non anche per altri siti web eventualmente raggiunti dall'utente tramite link.

Alcune pagine possono richiedere dati personali: si informa che il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di raggiungere le finalità cui il trattamento è connesso

Ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679, si informano coloro che interagiscono con i servizi web dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, accessibili per via telematica sul dominio infn.it, che il trattamento dei dati personali effettuato dall'INFN tramite web attiene esclusivamente ai dati personali acquisiti dall'Istituto in relazione al raggiungimento dei propri fini istituzionali o comunque connessi all’esercizio dei compiti di interesse pubblico e all’esercizio di pubblici poteri cui è chiamato, incluse le finalità ricerca scientifica ed analisi per scopi statistici.

In conformità a quanto stabilito nelle Norme per il trattamento dei dati personali dell’INFN e nel Disciplinare per l’uso delle risorse informatiche nell’INFN, i dati personali sono trattati in modo lecito, corretto, pertinente, limitato a quanto necessario al raggiungimento delle finalità del trattamento, per il solo tempo necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti e comunque in conformità ai principi indicati nell’art. 5 del Regolamento UE 2016/679.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

L’INFN tratta dati di navigazione perché i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati la cui trasmissione è prevista dai protocolli di comunicazione impiegati. Questi dati - che per loro natura potrebbero consentire l'identificazione degli utenti - vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. Gli stessi potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di compimento di reati informatici o di atti di danneggiamento del sito; salva questa eventualità, non sono conservati oltre il tempo necessario all'esecuzione delle verifiche volte a garantire la sicurezza del sistema.

UTILIZZO DI COOKIE

Questo sito utilizza esclusivamente cookie “tecnici” (o di sessione) e non utilizza nessun sistema per il tracciamento degli utenti.

L'uso di cookie di sessione è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. Il loro uso evita il ricorso ad altre tecniche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione e non prevede l'acquisizione di dati personali dell'utente.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento secondo quanto previsto dagli art. 15 e ss. del Regolamento UE 2016/679. L'apposita istanza è presentata contattando il Responsabile della protezione dei dati presso l’indirizzo email: dpo@infn.it.

Agli interessati, ricorrendone i presupposti, è riconosciuto altresì il diritto di proporre reclamo al Garante quale autorità di controllo.

Il presente documento, pubblicato all'indirizzo: http://www.infn.it/privacy costituisce la privacy policy di questo sito, che sarà soggetta ad aggiornamenti.