Alla scoperta del plasma di quark e gluoni

9. L’acceleratore LHC

di B. Alessandro, E. Chiavassa , E. Scamparin

Nel 2007 al CERN icona_linkesterno entrerà in funzione un nuovo acceleratore denominato LHC icona_linkesterno, si tratta di un Collider. Uno dei suoi compiti sarà quello di fare scontrare tra di loro ioni Pb a energie mai raggiunte prima. Ogni ione avrà un'energia di quasi 560 TeV. Lo scontro avrà quindi una energia totale di 1120 TeV. In questi urti la zona di interazione tra i due ioni raggiungerà valori di densità di materia altissimi circa 6000 volte la densità della materia nucleare ordinaria. Si formerà cosí in una regione piccolissima di circa 100 fm3 icona_glossario lo stato di QGP in cui per un tempo brevissimo i quark e i gluoni saranno liberi. Dopo di che la regione si espanderà diminuendo la densitàdi materia e la temperatura ed in tempi di 10-23 secondi si raffredderà I quark e gluoni ritorneranno così ad essere confinati negli adroni e alla fine del processo saranno emesse circa 20.000 particelle cariche che dovranno essere rivelate e studiate.

 

ScienzaPerTutti_acceleratoreLHC_experAlice

L’acceleratore LHC e l’esperimento ALICE
 
 

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo