Onde Gravitazionali: una nuova finestra sull'universo

10. Conclusione

percorso a cura di C. Bradaschia

Il 14 settembre 2015 abbiamo provato che:

• le onde gravitazionali esistono realmente e che sappiamo rivelarle

• le onde gravitazionali sono prodotte, in particolare, dalla coalescenza di sistemi binari compatti, come previsto

• che i buchi neri esistono realmente, quanto meno con masse di circa 30 masse solari.

 

8 mappa ligo

 Eventi registati dagli interferometri di Hanford e Livingston

 

Con questo risultato si è avuta un’ulteriore conferma della Relatività Generale, ma, soprattutto, si è dimostrato che l’Universo può essere studiato mediante un nuovo messaggero, del tutto indipendente dalle radiazioni elettromagnetiche utilizzate fino ad oggi (luce visibile, infrarossa, ultravioletta, microonde, ecc). Molti risultati li sappiamo prevedere, ma molti altri probabilmente non li sappiamo neppure immaginare.

 

 

SCOPERTA GW

scarica il pdf della "scoperta delle onde gravitazionali"

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo