Che cosa è la materia oscura

7. La rivelazione delle WIMP

di R. Bernabei, R. Cerulli

La rivelazione indiretta delle WIMP

scienzapertutti_rivelazione_indiretta_wimpEsempio di rivelazione indiretta di WIMP.

Questa tecnica si basa sulla misura del flusso delle particelle prodotte nell’annichilazione delle WIMP.

Infatti, le WIMP che si trovano nell’alone galattico e/o che sono addensate all’interno dei corpi celesti (come la Terra o il Sole) possono interagire tra loro ed annichilirsi icona_glossario producendo particelle secondarie (neutrino icona_glossario, muoni icona_glossario, antiprotoni, fotoni, positroni, ...).

Queste particelle possono quindi essere rivelate da opportuni apparati sperimentali posti sulla Terra o nello spazio.

 

 

La rivelazione diretta delle WIMP

scienzapertutti_rivelazione_diretta_wimp

Esempio di rivelazione diretta di WIMP.

Questa tecnica si basa sullo studio dell’interazione elastica delle WIMP con i nuclei che costituiscono il rivelatore utilizzato.

Quando una WIMP attraversa il rivelatore, vi è una certa probabilità che essa urti un nucleo, che rincula; l’energia di rinculo del nucleo è, quindi, la grandezza misurata.

Varie tecniche sperimentali e diversi tipi di rivelatori sono utilizzati a tale scopo.

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo