Particelle per curare

6. Adroterapia in Italia

percorso di Alessia Embriaco

italia medicinaAttualmente, in Italia sono presenti tre centri di Adroterapia.

CATANA (Centro di AdroTerapia ed Applicazioni Nucleari Avanzate) è il centro in Italia dove è possibile trattare i tumori della regione oculare con fasci di protoni. Il centro è attivo dal 2002 e nasce dalla collaborazione tra i Laboratori Nazionali del Sud dell'INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), il Dipartimento di Fisica e il Policlinico dell’Università di Catania. CATANA è ubicato presso i Laboratori Nazionali del Sud, dove si trova un ciclotrone in grado di accelerare fasci di protoni fino a 60 MeV. Questo acceleratore rende i fasci di protoni adatti al trattamento radioterapico dei tumori della regione oculare, in particolare del melanoma oculare.

CNAO (Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica) a Pavia è l'unico centro in Italia che utilizza sia protoni che ioni Carbonio per il trattamento di tumori. In questo centro, l'acceleratore è un sincrotrone, prototipo frutto della ricerca nella fisica delle alte energie, realizzato grazie alla collaborazione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), del CERN (Conseil Européen pour la Recherche Nucléaire, Svizzera), del GSI (Helmholtzzentrum für Schwerionenforschung, Germania), del LPSC (Laboratory of Subatomic Physics and Cosmology Francia) e dell’Università di Pavia. Il sincrotrone è un anello lungo 80 metri con un diametro di 25 al cui interno della circonferenza sono situate le sorgenti dei fasci di protoni e ioni Carbonio.

 cnao

 Foto dell'acceleratore di protoni e ioni Carbonio al CNAO.

Ottenuta l'energia necessaria al trattamento, i fasci vengono inviati in una delle sale di trattamento.

In CNAO sono presenti tre sale di trattamento una delle quali ha un ulteriore magnete in grado di curvare di 90 gradi il fascio di particelle e dirigerlo dall’alto sulla persona da curare.

Centro di Protonterapia di Trento, terzo centro in Italia per la cura dei tumori con protoni. Nel Centro di Trento i fasci di protoni sono accelerati con un ciclotrone e sono presenti due sale di trattamento con gantry, struttura che permette di indirizzare le radiazioni ruotando a 360° attorno al paziente.

© 2002 - 2017 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo